Il difficile e il facile si completano a vicenda, lungo e corto si formano in reciproco scambio, alto e basso capovolgono l’uno all’altro. Il suono e il tono si accordano a vicenda, il prima e il dopo si seguono l’un l’altro. Per questo l’uomo saggio agisce senza agire e insegna per davvero senza insegnare. FavorisceContinua a leggere