amore

Sull’anima ( Platone – Fedro)

Postato il Aggiornato il

white flower growing on crack street in sunbeam, soft focus
white flower growing on crack street in sunbeam, soft focus

L’anima se ne sta smarrita per la stranezza della sua condizione e, non sapendo che fare, smania e fuor di se non trova sonno di notte né riposo di giorno, ma corre, anela là dove spera di poter rimirare colui che possiede la bellezza. E appena l’ha riguardato, invasa dall’onda del desiderio amoroso, le si sciolgono i canali ostruiti: essa prende respiro, si riposa delle trafitture e degli affanni, e di nuovo gode, per il momento almeno, questo soavissimo piacere. […] Perché, oltre a venerare colui che possiede la bellezza, ha scoperto in lui l’unico medico dei suoi dolorosi affanni. Questo patimento dell’anima, mio bell’amico a cui sto parlando, è ciò che gli uomini chiamano amore.

Notte al lavoro (poesia)

Postato il Aggiornato il

La notte a Marghera
la passo a guardare le stelle,
all’orizzonte grandi stabilimenti
mi oscurano la visuale.

Il canale di fronte a me,
mi ricorda la morte:
è brutto e sporco,
è solo e desolato.

Il porto è abbandonato.
Sovente s’accende la notte,
quando una nave ormeggia:
le voci ripopolano il vuoto.
Leggi il seguito di questo post »

Questa sera di Venezia (Armando Romero)

Postato il Aggiornato il

Desidero a piena luce
questa sera di Venezia
per decifrare con lei
gli arcani del tuo sorriso.

Desidero che ti sommerga
nel mistero
di pietre consumate e legni
per trovarti poi
nel disfarsi dei palazzi.

Dammi la fortuna
di vedere che ti dissolvi
negli oboe di Vivaldi,
nelle tele del Bellini.

Dammi nell’andare del tuo corpo
il colpo dei remi
sotto le barche di Rialto.

E se a piena luce
sei qui oggi
solo per un istante,
non tornare alla tua terra
questa sera.

Donerò il mio cuore a chi (Yosano Akiko)

Postato il Aggiornato il

Donerò il mio cuore a chi mi chiederà
Cosa è per me l’amore.

Come una piccola pagoda è per me l’amore.
Le sue fondamenta sono la vita di due persone
Il pilastro portante l’affetto
I piani sapienza e arte
E di sudore e sangue verniciate
le sue pareti non sono.

Questa pagoda non ha limiti.

Si accresce giorno dopo giorno
E né Vento né Pioggia la intaccano.

Ecco, la mia pagoda la costruisco qui
In un posto umile, piccolo

Dove spesso neanche il sole penetra
Come nelle fredde giornate di febbraio, sempre.

Ma il mio unico desiderio è che
Qui dentro, per quanto debole
Ci sia sempre anche un solo
Piccolo
Flebile
raggio di luce.

Senza te io ho perso la mia identità (Alessandro Bon)

Postato il Aggiornato il

Mi manchi
Come manca l’aria
Come mancano i petali al fiore
Come i colori all’arcobaleno
Come il sale al mare
Come il vuoto al pieno
Come la tua risata ai miei giorni
Come la tua carne alla mia

Senza te io ho perso la mia identità

Alessandro Bon

Imparerai (Veronica A. Shoffstall)

Postato il Aggiornato il

Dopo un po’ di tempo imparerai la differenza, tra dare una mano ed incatenare un cuore… ed imparerai che amore non significa appoggiarsi, e che stare insieme non significa sicurezza, imparerai che i baci non sono contratti e i doni non sono promesse, imparerai ad accettare i tuoi fallimenti a testa alta e con lo sguardo in avanti, con la grazia di un adulto e non con la tristezza di un bambino, ed imparerai a costruire oggi il tuo sentiero, perché il terreno di domani è incerto ed il futuro ha la cattiva abitudine di cadere nel vuoto.

Dopo un po’ di tempo imparerai, che il sole brucia se ti esponi troppo. Accetterai che le buone persone possono ferirti qualche volta, e che avranno bisogno del tuo perdono, imparerai che parlare può alleggerire i dolori dell’anima… scoprirai che ci vogliono anni per costruire la fiducia ed appena qualche secondo per distruggerla, e che potresti fare cose di cui ti pentirai per il resto della tua vita.

Imparerai che le vere amicizie continuano a crescere nonostante le distanze. E che non importa quello che hai nella vita, ma chi hai nella vita, e che gli amici sono la “famiglia” che ci è permesso di scegliere, Imparerai che non dobbiamo cambiar amici, ma essere disposti ad accettare che gli amici possono cambiare. Ti renderai conto che puoi passare bei momenti con i tuoi amici, facendo tutto o niente, solo per il piacere della loro compagnia.

Scoprirai che forse passi meno tempo di quello che vorresti con le persone che ami, perciò devi sempre lasciarle con parole affettuose perché non sai mai quando le rivedrai. Imparerai che le circostanze e l’ambiente ci influenzano, ma noi siamo gli unici responsabili di quello che facciamo, ed imparerai che non devi per forza confrontarti con gli altri ma col tuo meglio. Scoprirai che si perde tanto tempo per arrivare ad essere ciò che vuoi essere, e che il tempo è breve. Imparerai che non è importante dove sei arrivato bensì dove stai andando, qualsiasi luogo esso sia.

Imparerai che se non avrai il controllo della tua vita altri lo avranno per te, e che essere flessibili non significa essere deboli o non avere personalità, perché non importa quanto delicata o fragile sia una situazione; ci sono sempre due strade. Imparerai che gli eroi sono le persone che hanno fatto quello che era necessario fare senza aver paura delle conseguenze. Imparerai che la pazienza ha bisogno di molta pratica.

Scoprirai che alcune volte la persona che ti aspetti ti dia un calcio quando cadi. Sarà una delle poche che ti aiuterà a rialzarti. Imparerai che maturare non centra nulla con l’età, ma ha a che fare con quello che hai imparato dalle tue esperienze, imparerai che i tuoi genitori fanno parte di te più di quello che pensi. Imparerai che non si deve mai dire a nessuno che i suoi sogni sono stupidi, perché sarebbe una tragedia se lo credesse ed il suo futuro sarebbe senza speranze.

Imparerai che quando sei in collera, hai il diritto di esserlo, ma non hai il diritto di essere crudele, imparerai che ci sono persone che ci amano ma non sanno dirlo, imparerai che non sempre ti basta essere perdonato, ma che qualche volta dovrai imparare a perdonarti, imparerai che con la stessa severità con la quale giudichi, anche tu un giorno sarai giudicato. Imparerai che non importa in quanti pezzi si è rotto il tuo cuore, il mondo non si ferma aspettando che tu lo ripari. Imparerai che il tempo non può tornar indietro e quindi devi seminare il tuo giardino ed abbellire la tua anima oggi, senza aspettare che qualcuno colori il tuo tempo.

Allora capirai che puoi resistere a tutto, che sei forte e che puoi arrivare molto più lontano di quello che pensavi quando credevi di non farcela, e capirai che nella vita non devi farti guidare dalla paura di perdere quello che avrai conquistato, ma devi avere solo il coraggio di affrontarla.

Gli uomini sono come le tre farfalle… (Bab’Aziz il principe che contemplava la sua anima)

Postato il Aggiornato il

Gli uomini sono come le tre farfalle
davanti alla fiamma di una candela
la prima si avvicinò e disse :
io conosco l’amore
la seconda sfiorò la fiamma con le sue ali e disse :
io conosco “la scottatura” dell’amore
la terza si gettò in mezzo alla fiamma
e si bruciò
solo lei conosce il vero Amore
(dal film Bab’Aziz il principe che contemplava la sua anima)