alessandrobon

Posts Tagged ‘desiderio’

Il Cantico dei Cantici 7 «Volgiti, volgiti, Sulammita, volgiti, volgiti: vogliamo ammirarti».

In Bibbia, Ovunque troverò ispirazione on 1 febbraio 2017 at 4:18 pm

1 «Volgiti, volgiti, Sulammita,
volgiti, volgiti: vogliamo ammirarti».
«Che ammirate nella Sulammita
durante la danza a due schiere?».
2 «Come son belli i tuoi piedi
nei sandali, figlia di principe!
Le curve dei tuoi fianchi sono come monili,
opera di mani d’artista.
3 Il tuo ombelico è una coppa rotonda
che non manca mai di vino drogato.
Il tuo ventre è un mucchio di grano,
circondato da gigli.
4 I tuoi seni come due cerbiatti,
gemelli di gazzella.
5 Il tuo collo come una torre d’avorio;
i tuoi occhi sono come i laghetti di Chesbòn,
presso la porta di Bat-Rabbìm;
il tuo naso come la torre del Libano
che fa la guardia verso Damasco.
6 Il tuo capo si erge su di te come il Carmelo
e la chioma del tuo capo è come la porpora;
un re è stato preso dalle tue trecce».
7 Quanto sei bella e quanto sei graziosa,
o amore, figlia di delizie!
8 La tua statura rassomiglia a una palma
e i tuoi seni ai grappoli.
9 Ho detto: «Salirò sulla palma,
coglierò i grappoli di datteri;
mi siano i tuoi seni come grappoli d’uva
e il profumo del tuo respiro come di pomi».
10 «Il tuo palato è come vino squisito,
che scorre dritto verso il mio diletto
e fluisce sulle labbra e sui denti!
11 Io sono per il mio diletto
e la sua brama è verso di me.
12 Vieni, mio diletto, andiamo nei campi,
passiamo la notte nei villaggi.
13 Di buon mattino andremo alle vigne;
vedremo se mette gemme la vite,
se sbocciano i fiori,
se fioriscono i melograni:
là ti darò le mie carezze!
14 Le mandragore mandano profumo;
alle nostre porte c’è ogni specie di frutti squisiti,
freschi e secchi;
mio diletto, li ho serbati per te».

Cantico dei Cantici 7.

Annunci

Liber(at)i dal possesso

In Kung Fu (Telefilm) on 2 gennaio 2017 at 4:29 pm

La vita che vivi la misura il tuo volere, quello cui
sei attaccato, quel che vuoi desiderare, non
avere desideri, non volere possedere, non sarai
posseduto dal volere.
(La norma del cielo – Claudio Rocchi)

Video estratto dall’ottavo episodio episodio, “Il soldato”, della seconda stagione della serie televisiva “Kung Fu” (1972-1975)

Assaporo la tua essenza

In La persistenza della memoria (Poesie) on 20 febbraio 2015 at 8:00 pm

iltuoprofumoTi odio
come si odia il buio
perché in esso si nasconde
l’oscuro desiderio

Mi hai spalancato la mente
come una donna spalanca le gambe,
per portare l’uomo in sé
per farlo godere del proprio peccato.

In te ho trovato l’oblio
la ferocia del corpo
il sangue e il sudore
ciò che cercavo e a me negavo

Respingo la tua presenza
un corpo capiente
che in sé contiene
di me il piacere
della conoscenza.

Mordo le tue labbra
e assaporo la tua essenza

© Alessandro Bon

Calipso (poesia)

In In una sera di Novembre (Poesie) on 7 luglio 2013 at 7:44 pm

Arnold Böcklin, Ulisse e Calipso, 1883

Me ne sto seduto su questi scogli,
guardando il mare, abbattersi sulle coste
con onde alte e dense di forza.

Penso a ieri notte,
e a come mi hai portato dentro te.

Tu come una dolce Calipso,
mi hai risucchiato fra le tue cosce.
E io Odisseo non ho saputo resisterti.

Me ne sto seduto su questi scogli,
guardando il mare,
mi prendi per mano e…andiamo.

Io ti seguo. E’ l’amore.

Calipso (poesia)

In In una sera di Novembre (Poesie) on 12 agosto 2011 at 5:18 pm

Arnold Böcklin, Ulisse e Calipso, 1883

Me ne sto seduto su questi scogli,
guardando il mare, abbattersi sulle coste
con onde alte e dense di forza.

Penso a ieri notte,
e a come mi hai portato dentro te.

Tu come una dolce Calipso,
mi hai risucchiato fra le tue cosce.
E io Odisseo non ho saputo resisterti.

Me ne sto seduto su questi scogli,
guardando il mare,
mi prendi per mano e…andiamo.

Io ti seguo. E’ l’amore.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: