Intervista a cura di Carmyne Verducy. (Tratto da: “Habla con Gian)

Carmyne Verducy

1) Da quanto tempo scrivi?

Ho iniziato a scrivere nel 1995, ma in realtà fino al 2000 non avevo composto molte poesie, era un atto non voluto, de-scrivevo le mie emozioni, che poi fossero composte in versi o in prosa non ci sarebbe stata differenza. A me risultava più semplice comporre versi che parlare di ciò che provavo con chi mi circondava. E questo facevo.

2) Scrivere e’ sempre stata la tua passione, come ti rivedi a distanza del primo lavoro che hai pubblicato?

Guarda, sembra esser accaduto secoli fa, eppure era il 2005. Ero chiuso e timido e mi vergognavo di scrivere, anche se non sono molto sicuro tutt’ora. Ma all’epoca decisi di realizzare il mio primo libro quasi per gioco e non credevo che quell’esperienza si sarebbe ripetuta. Oggi ho più consapevolezza, più coscienza nello scrivere e mi sento molto più maturo. Forse sto capendo ora cosa voglia dire essere uno scrittore e come essere uno scrittore. Continua a leggere “Intervista a cura di Carmyne Verducy. (Tratto da: “Habla con Gian)”