Sogno maledetto (poesia)

Un rumore mi ha destato.
In un prato mi son trovato.
Fiumi, erba e farfalle,
ero nel paradiso, nella Valle…

Animali d’ogni tipo,
leone, lepri e gazzelle
d’ogni stazza
e d’ogni razza.

Il pavone mi circondava
di colori favolosi.
Un fiore sbocciava
con profumi meravigliosi.

Cascate eterne,
fiumi dorati,
mari e terme,
laghi incantati.

Scintillii di rugiada,
che parevano diamanti,
edere così avvinghiate
che sembravano amanti.

Case di mattoni,
camini fumanti,
porte aperte,
persone ospitanti.

Api donavano miele,
mucche allattavano bimbi,
lupi insieme a fiere,
tori aravano i campi.

Licenza

Licenza Creative Commons
Questo testo è di Proprietà intellettuale di Alessandro Bon può essere usato solo citando l’autore Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.

Wakan Tanka ascoltami (Preghiera indiana di Alessandro Bon)

Il cielo è rosso sopra me.

Rosso come la mia pelle,
rosso come il mio cuore.

Uomo bianco mi odia,
uomo bianco mi stermina.

Cavalcavo nel deserto,
Uaka Tanka mi guardava,
danzavo con gli spettri,
Uaka Tanka mi ascoltava.

Può un uomo decidere chi sono?
Può un uomo uccidere suo fratello?

Cacciavo il bisonte,
Uaka Tanka mi guardava,
cantavo coi Wicasa Wakan,
Uaka Tanka mi ascoltava.

Può un uomo erigersi a giudice?
Può un uomo impormi un Dio?

Ora mi guardo attorno,
Uaka Tanka non guarda,
ora ascolto gli spettri
Uaka Tanka non ascolta.

Religione vuol dire capire,
religione vuol dire amare,
religione vuol dire aiutare.

Se il Vostro Dio non ve l’ha insegna,
se il Vostro Dio non vi ha puniti….

Uaka Tanka guarda tuo figlio,
Uaka Tanka ascolta la sua preghiera:
regalami una morte degna di un guerriero

Autore Alessandro Bon ©

Tutti i diritti riservati

Rinascere donna (poesia)

Rinascere DonnaSe rinascessi donna
vorrei saper scrivere
poesie per raccontare
agli uomini le delusioni patite.

Saprei dirgli con le mie parole
il male che ho dovuto soffrire
quando non volevo fare l’amore.

Spezzare le reni
con fiumi d’inchiostro
a chi mi descriverebbe acida
perché infelice.

Provare a descrivere ciò che provo
se sono abbracciata al mio uomo,
e ciò che sento quando mi bacia.

Se rinascessi donna,
non ricorderei d’essere stata uomo,
per cui non saprei cosa prova lui per me,
e spererei di rinascere uomo.