Puttana

Un’ombra, morbida e seducente, si affaccia da un lampione. Silenzio. Le auto passano e gli uomini fischiano quel corpo malizioso. Ricordo. Le merende della mamma, il pane e nutella, le corse con gli amici. Chi sono? Preti morbosi frugano fra le mie mutande in cerca di anime. Eppure. Vestivo da principessa nell’attesa priva di sensoContinua a leggere “Puttana”