Il musicista (poesia)

Postato il Aggiornato il

132733__photos-keys-piano-old-broken-leaves-autumn-macro-musical-instrument_p

Luci sulla platea,
luci su di te,
luci sul direttore.

Note che escono
come figli da madri,
come amanti dal letto.

Applausi attorno a te,
applausi solo per te.
La gente ti ama.

Anch’io vorrei…
sentirmi circondato
d’ amore infinito
di popolo acclamante.

Anch’io che scrivo
poesie con penna
magica e immortale,
vorrei questo calore.

Oh, poeta, povero
illuso che crede
di essere autore
di versi d’amore.

Chi sei tu?
Figlio di arte minore,
dimenticata dall’uomo
e priva di virtù.

Se ti è piaciuta questa poesia devi sapere che ho pubblicato il mio nuovo libro:

—-> La persistenza della memoria

Disponibile in Ebook o cartaceo.

Licenza

Licenza Creative Commons
Questo testo è di Proprietà intellettuale di Alessandro Bon può essere usato solo citando l’autore Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.